Occhiali progressivi: come sceglierli per evitare i fastidi iniziali

Occhiali progressivi: come sceglierli per evitare i fastidi iniziali

Se indossi già degli occhiali progressivi o stai per acquistarne un paio, molto probabilmente sai già che molto spesso chi le usa deve sopportare molti fastidi iniziali legati all’adattamento.

E per questo non riesce a beneficiare subito di una visione nitida e confortevole.

 

Se anche tu hai provato l’esperienza di non riuscire a tollerare gli occhiali progressivi devi sapere che quasi sicuramente questo è dovuto a:

1. un errore nella scelta della montatura o della lente
2. un errore di centratura della lente

A parte questi due casi, infatti, è raro trovare dei soggetti che presentano delle limitazioni funzionali, nel movimento del capo, tali da impedirne il corretto utilizzo.

Tutte le lenti progressive hanno la caratteristica di presentare in un’unica lente ben 3 campi di visione distinti: uno per vedere da lontano, uno per le distanze intermedie e uno da vicino.

Quindi un’errore di centratura si tradurrà nell’ indossare un paio di occhiali con lenti che presentano una errata distribuzione dei tre i campi di visione!

Per poterli usare sarai costretto a “correggere” questo difetto chinando in maniera innaturale la testa troppo in avanti o indietro, assumendo posture errate per compensare questa problematica.

 

Una lente centrata male, non solo ti impedisce una visione confortevole ma genera anche delle ripercussioni dal punto di vista posturale.

Ecco perché solitamente chi riceve un paio di occhiali progressivi con lenti centrate male non riesce mai ad abituarsi. E quei pochi soggetti che ci riescono, hanno sempre la tendenza ad assumere delle posture del capo errate, condizionate dall’occhiale stesso, al solo fine di avere una visione un po’ più nitida.

Questo spiega perché, una lente progressiva, inizialmente acquistata come occhiale da utilizzare per tutte le circostanze, si utilizza meno e si abbandona.

A causa di questo difetto di centratura, che il più delle volte viene mascherato dagli “addetti al lavoro” con la tipica frase “No ti devi abituare, No ti devi abituare…”, finisce per portare il cliente insoddisfatto a non utilizzare più la lente progressiva in quanto tale, ma a utilizzare l’occhiale come semplice strumento per la lettura o per la visione da lontano, a seconda che si tratti di un soggetto miope o ipermetrope.

Le lenti progressive sono delle lenti strutturate con più campi di gradazioni e solo quando questi campi vengono ben suddivisi e distribuiti sulla lente, questa risulta confortevole e performante.

Esempio:
Se hai una lente progressiva centrata male, stanno con il capo dritto, finirai per utilizzare per la visione da lontano quello predisposto per la visione intermedia (lavoro al computer) anziché il campo appropriato per le lunghe distanze

Questo quindi ti porterà ad avere un impedimento nella visione da lontano e tu per vedere bene dovrai chinare il capo più in avanti al fine di usare meglio la parte più alta della lente.

 

Gli errori di centratura della lente sono nella maggior parte delle volte dovuti al fattore umano.

Nel 90% dei casi, infatti, quando la centratura è fatta manualmente, è un errore dell’operatore a determinare il difetto nella lente progressiva.

 

Come essere sicuri di acquistare una lente progressiva confortevole?

Fai attenzione a tre aspetti:

1. Come viene scelta la lente.
Se per esempio sei un soggetto che trascorre tante ore al computer e quindi hai bisogno di usare soprattutto il campo per le distanze intermedie, un buon ottico dovrà suggerirti l’uso di lenti progressive di nuova generazione che hanno dei campi di visione più ampi, a differenza delle lenti standard, che invece fanno prevalere la visione da lontano e da vicino.

2. Come viene scelta la montatura. 
Preferisci montature ampie che permettano di distribuire meglio i 3 campi in modo da non penalizzare il confort visivo in nessuna delle tre visioni: da lontano, intermedio e da vicino.

3. Come viene effettuata la centratura.
Ci sono innumerevoli modi per effettuare la centratura di una lente progressiva.

Da quella tradizionale, dove l’operatore prende manualmente i riferimenti delle pupille con un pennarello, fino ai sistemi più evoluti come i centratori automatici e gli interpupillometri in grado di fornire una migliore precisione e accuratezza rispetto al metodo manuale.

Questi centratori automatici ti danno anche una indicazione sulla normale postura del capo, quindi rilevano anche eventuali inclinazioni naturali del capo.

 

Come lavoriamo per assicurarti sempre lenti progressive dal confort visivo perfetto

La prima cosa che facciamo quando un cliente ci richiede le lenti progressive è una valutazione iniziale degli stili di vita e delle sue esigenze personali.

Per esempio se sei un soggetto che il più delle volte sei seduto alla scrivania e hai bisogno di lavorare per gran parte della giornata a distanze inferiore a 1 metro, come al computer, hai bisogno di un’ottima visione soprattutto per le distanze intermedie.

Per questo ti consiglieremo delle lenti progressive da ufficio di nuova generazione che hanno dei corridoi molto più larghi, con dei campi di visione più ampi, a differenza delle lenti standard che hanno basse performance nella visione intermedia, perché fanno prevalere la visione da lontano e da vicino, avendo un corridoio un po’ più stretto.

 

Partiamo quindi con delle precise domande iniziali che ci aiutano a capire quali sono le abitudini del cliente.

Poi, grazie a una ampia gamma di lenti progressive, passiamo alla scelta di quella che più si adatta alle esigenze di visione del cliente.

Nella fase successiva, sempre assieme al cliente, passiamo alla scelta della montatura più adatta (partendo dalle caratteristiche della lente inizialmente scelta) e infine utilizziamo una strumentazione di ultimissima generazione (il centratore a colonna o il centratore su ipad) per avere le indicazioni riguardo l’aspetto posturale del cliente.

 

Questi strumenti sono importanti perché a differenza degli altri sistemi ci permettono un rilevamento molto più preciso della postura abituale del cliente al fine di centrare meglio la lente progressiva.

Usiamo questi sistemi perché la centratura manuale molto spesso può essere falsata in quanto molto legata all’abilità ed esperienza dell’operatore e al fatto che:

  • il cliente sia vicino o appoggiato al piano
  • l’operatore lavora con le mani
  • ci possono degli errori di parallasse ed errori di inclinazione tra l’operatore e il cliente

La centratura automatica, invece, è un sistema che ci permette di:

1. “lanciare lo sguardo all’infinito” e quindi evitare che gli occhi un convergano leggermente perché guardano l’operatore a 80 90 cm di distanza
2. avere una serie completa di indicazioni dal punto di vista posturale.

Quindi se il cliente nella sua postura naturale ha il capo leggermente più inclinato verso il basso, l’alto, destra o sinistra, queste indicazioni ci aiutano a realizzare un occhiale che si adatterà alla perfezione al cliente, durante la sua giornata quotidiana, dandogli quindi il massimo del confort visivo.

 

Il cliente proverà un adattamento quasi istantaneo alla lente progressivo

9 su 10 nostri clienti si adattano alla lente progressiva ancor prima di lasciare il punto vendita nella fase di consegna!

 

In breve: eccoti i punti chiave

1. LENTI: scegli la lente con le caratteristiche che più si adattano al tuo stile di vita partendo dalle tue esigenze visive quotidiane

2. MONTATURA: assicurati di selezionare una montatura un pò più ampia, alta almeno 2 cm

3. CENTRATURA: assicurati che la centratura venga presa nella tua posizione abituale della testa

 

Per concludere

La lenti progressive sono la più valida risposta alla presbiopia: permettono ogni tipo di correzione visiva (lontano, intermedio e vicino) con un’unica lente così da avere una visione corretta a tutte le distanze sempre con un unico paio di occhiali.

Ma bisogna fare attenzione  durante l’acquisto perché un occhiale progressivo fatto male, non solo ti impedisce una visione confortevole ma genera anche delle ripercussioni dal punto di vista posturale.

Sempre meglio affidarsi ad un ottico esperto capace di guidarti correttamente nella scelta delle soluzioni più adatte al tuo caso e al tuo stile di vita.

Se vuoi approfondire e scoprire qual è la soluzione migliore per avere una visione perfetta e sempre confortevole vieni a trovarci nei nostri tre punti vendita a Bari. Scopri qui dove siamo

Chi Siamo

La nostra è una storia di famiglia. Un lavoro tramandato di padre in figlio. Abbiamo proseguito il cammino iniziato nel 1968.

Abbiamo attrezzato i nostri punti vendita e lo studio con le più moderne apparecchiature. Offriamo le migliori griffe del settore e marchi in esclusiva per il territorio.

Collaboriamo con Luxottica e GreenVision in iniziative benefiche di raccolta occhiali quali “One Sight” e “Ridare Luce”. Leggi tutto

Iscriviti alla newsletter

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali.